coltiviamo talenti
Header

14art2 14art1“Definiamo la Pedagogia” Dal disturbo al profilo pedagogico

Stare insieme per ricevere … è bello! Stare insieme per dare..è la vita!Queste sono state le parole del presidente nazionale ANIPED, Gian Luca Bellisario, in apertura al Primo Convegno Regione Puglia ANIPED “Definiamo la pedagogia”. Un inno al confronto attraverso la pedagogia tra i rappresentanti dei diversi gradi di scuola, dalla scuola dell’infanzia fino alla secondaria di secondo grado. Si è parlato di “buona scuola” come momento di cambiamento mettendo in secondo piano la parte didattica e soffermandosi sull’aspetto educativo, quello che mira a formare i bambini che un giorno diventeranno uomini in grado di stare al mondo con un senso, persone capaci di resistere all’imbarbarimento che incombe sulle giovani generazioni, in una scuola in cui troppo spesso è consentito a tutti di fare il comodo proprio.Lo studio è importante, si è detto, aiuta ad affrontare, in forza alla conoscenza, le sfide della società, ma questo non basta.Occorre ricreare le condizioni di una relazione autentica tra alunno e docente attraverso un approccio pedagogico, a questo proposito è emersa la necessità di fare un adeguato aggiornamento, ossia puntare sulla pedagogia.La pedagogia non perde di vista la persona, prende in considerazione la sua unicità e la sua creatività nell’approcciarsi alle esperienze, questo è uno dei punto di forza della “ buona scuola”, ossia far leva sulla diversità di ognuno per il benessere di tutti.Il confronto, scevro di teoria, ma carico di esperienze reali in campo educativo, ha creato momenti di racconto, riflessione e di immancabile emozione che viene fuori quando si vive la propria professione con passione.Questa è energia …. questa è pedagogia!

                Presidente Regionale ANIPED
Dott.ssa Rosalba Bratta